FOLLOW ME ON

LETTORI FISSI

lunedì 13 luglio 2015

EXPO' MILANO 2015: PADIGLIONE SAVE THE CHILDREN "BE THE CHANGE"

Come tutti sapete a Milano, dal primo Maggio è in svolgimento l'Expo 2015. Quest'anno il tema selezionato per questa grande esposizione mondiale è “Nutrire il pianeta, energia per la vita” e intende includere tutto ciò che riguarda l'alimentazione, dall'educazione alimentare alla grave mancanza di cibo che affligge molte zone del mondo, alle tematiche legate agli OGM.
Tra i vari padiglioni presenti ad Expo 2015, è degno di nota il Villaggio Save the Children, inaugurato alla presenza di Maurizio Martina Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Giuseppe Sala Commissario Expo, Giuliano Pisapia Sindaco di Milano,di rappresentanti delle Nazioni Unite, dell’Unione Europea, del Parlamento Italiano, di Save the Children e dei partner dell’Organizzazione che hanno deciso di affiancarla nello sfidante progetto per Expo.

Presente anche il Presidente della Regione Lazio Zingaretti, che ha visitato il Villaggio e una delegazione della Fiorentina.
Come ben sapete, Save the Children è la più grande organizzazione internazionale indipendente per la difesa e la promozione dei diritti dei bambini. Opera in oltre 120 paesi nel mondo con una rete di 27 organizzazioni nazionali e un ufficio di coordinamento internazionale: la International Save the Children Alliance. Quest'anno proprio per l'Esposizione universale, l'organizzazione lancia il messaggio "Be the Change", un messaggio di aiuto e cambiamento per gli oltre 3 milioni di bambini che ogni anno muoiono per malnutrizione e carenze alimentari. A rendere l'atmosfera e il messaggio ancora più toccante, la performance artistica del maestro e compositore Giovanni Allevi, Ambasciatore di Save the Children, eseguendo delle proprie composizioni tratte dall'album Love, un vero e proprio inno all'amore e alla vita, dedicate in particolarmente a tutti i bambini che purtroppo soffrono la fame. 
Image and video hosting by TinyPic
EXPO' MILANO 2015: PADIGLIONE SAVE THE CHILDREN "BE THE CHANGE"

Save the Children è presente ad Expo con il Villaggio esperienziale, un ambiente accogliente realizzato in legno e materiali riciclati, con spazi esterni in terra coltivati e a giardino, con un forte richiamo alle strutture visibili nei paesi in cui l’Organizzazione opera.
Image and video hosting by TinyPic
EXPO' MILANO 2015: PADIGLIONE SAVE THE CHILDREN "BE THE CHANGE"

  All’interno del Villaggio, attraverso installazioni interattive, digitali, analogiche, ed esperienze sensoriali, è possibile conoscere l’impatto della malnutrizione su tanti bambini ma anche le corrette pratiche alimentari e il cruciale ruolo che svolge la mamma, nella sua stretta e intima relazione con il neonato e il bambino, nell’assicurargli adeguata nutrizione, cure e trasmettergli i giusti comportamenti alimentari.
Image and video hosting by TinyPic
EXPO' MILANO 2015: PADIGLIONE SAVE THE CHILDREN "BE THE CHANGE"

  Il Villaggio Save the Children, che richiama i luoghi dove l’Ong è attiva, è aperto ogni giorno dalle 10 alle 18,30 (oltre ad alcune speciali aperture serali) a famiglie, bambini, scolaresche e persone di ogni età. Vi consiglio di visitare il padiglione Save the children con la vostra famiglia se avete la possibilità di recarvi all'Expò, un'esperienza che ci farà riflette e sentire un pò più vicini alla realtà non felice di tante persone, e bambini che soffrono la fame. La partecipazione a Expo Milano 2015 costituisce una tappa importante per sollevare l’attenzione delle istituzioni su questi temi e aumentare la consapevolezza dei visitatori sulle cause e gli effetti della malnutrizione.
Durante i sei mesi Save the Children organizzerà attività, workshop, laboratori e percorsi didattici dedicati ad adulti e bambini per approfondire - all’interno del sito espositivo - le tematiche della nutrizione e malnutrizione e dello sviluppo agricolo "nutrition sensitive". 
All’inizio del percorso il visitatore viene invitato a gemellarsi con uno dei bambini beneficiari degli interventi dell’organizzazione, attraverso un’installazione chiamata la macchina delle nascite.
Una volta assegnata la nuova identità e ricevuto il braccialetto delle nascite, il visitatore inizia un percorso attraverso i 5 ambienti del villaggio, in cui scopre la storia del bambino con cui è gemellato e sperimenta alcune situazioni di vita dello stesso, provando a immaginare come sarebbe la sua vita se fosse nato altrove e cosa si può fare per contribuire in prima persona a cambiare la vita di quel bambino. "Be the Change" è infatti la “chiamata all’azione” ricorrente nel Villaggio!
Un percorso emozionante consigliato non solo ai più grandi ma anche ai bambini, un modo per essere consapevoli che purtroppo non tutti al mondo hanno un piatto di pasta garantito quotidianamente, e che ci aiuta ad apprezzare tutto ciò che abbiamo. Purtroppo io non ho ancora avuto modo di recarmi all'Expò di Milano, ma sono sicura che una delle mie prime tappe sarà visitare e percorrere il Villaggio Save the children, voi avete già avuto modo di vivere quest'esperienza? Se vi va potete condividere qui le vostro opinioni. 
Il 3 luglio, Save the Children sarà protagonista ad Expo dell’evento di alto livello “Starting from girls”nell’ambito dell’iniziativa Women for Expo, per promuovere con forza il ruolo delle giovani donne nel contrasto alla malnutrizione e alla mortalità infantile.
Nel calendario ufficiale di Expo Milano 2015, il 13 ottobre sarà per tutti il Save the Children Day, con eventi e iniziative dedicati alla promozione del diritto al cibo ed ad una sana alimentazione per tutti i bambini del mondo.
Dal 18 al 24 maggio, inoltre, l’invito di Save the Children “Be the Change” sarà protagonista, insieme al Villaggio ad Expo, del palinsesto RAI, che promuoverà l’impegno dell’Ong per cambiare e migliorare la vita di milioni di bambini nel mondo.

Ulteriori informazioni sul sito dedicato Save the children e sui social twitter e facebook, alla prossima!!!

Articolo Sponsorizzato

Nessun commento:

Posta un commento